Versione stampabile

4. Analisi degli errori nella compilazione delle schede

Durante il mio stage presso il CeRTeM (Centro di ricerca terminologica e multilingue) ho avuto l’occasione di rivedere e a volte correggere diverse schede terminologiche del glossario enologico, database nato alcuni anni fa come progetto del Corso di Diploma in Traduzione e Interpretazione dell'Università degli Studi di Genova (polo di Acqui Terme), divenuto in seguito Corso di Laurea Traduttori e Interpreti presso la sede di Genova.
Le schede vengono redatte dai laureandi della laurea triennale e costituiscono, per alcuni, un primo esercizio di redazione terminografica multilingue. Alcuni studenti conoscono già i “rudimenti” de lavoro terminografico e i fondamenti della disciplina teorica, poiché la terminologia è l’oggetto di alcuni corsi di lingua e traduzione del Corso di laurea di Teorie e tecniche della mediazione interlinguistica.
Tuttavia, la mancanza per molti di un impostazione teorica e metodologica ha come conseguenza la redazione di schede a volte imprecise o lacunose.
Proviamo ora ad analizzare gli errori più comuni riscontrati nel corpus delle schede italiane e francesi del glossario enologico del CeRTeM.
Per una maggiore chiarezza, distinguerò i problemi contenutistici dai problemi formali.



Per citare questo articolo: Veronica Carioni, 4. Analisi degli errori nella compilazione delle schede, Breve introduzione alla terminologia, http://farum.it/intro_terminologia/ezine_articles.php?id=34